6 Comments
  1. Squadra che vince non si tocca, devono avere pensato in Canon… Difatti, questa nuova SX730, fotograficaente parlando, è praticamente la SX720, ma con una marcia in più.Sono diversi i punti di forza di questo modello che rientra nella categoria delle superzoom tuttofare. Il Costruttore la indica come compagna ideale per i viaggi, motivando l’affermazione con le potenzalità offerte. Si parte ad esempio dall’obiettivo che va dal grandangolo (24mm equivamenti sul formato 35mm) fino a ben 960mm equivalenti (40x), il tutto con uno stabilizzazione IS sui 5 assi che previene, con buon margine, foto e video mossi. Il sensore è un CMOS da 20,3 Megapixel di tipo retrolluminato e dimensioni 1/2.3, che abbinato al processore di immagine DIGIC 6 con tecnologia iSAPS promette buone prestazioni in diverse situazioni. Un esempio viene dalla velocità di messa a fuoco, 0,12 secondi dichiarati, nonché allo scatto continuo di 5,9 fps.Forse il maggior vantaggio rispetto alla progenitrice è costituito dallo schermo posteriore, che, finalmente, è basculante, novità assai gradita, che permette riprese difficili molto più comodamente; l’altra novità è rappresentata dal collegamento bluetooth.La versatilità comprende anche le modalità di utilizzo: oltre a un numero veramente elevato si scene preimpostate, troviamo i semiautomatismi per priorità di tempi e diaframma, oltre alla modalità completamente manuale. La modalità Creative Shot realizza automaticamente cinque versioni aggiuntive dello scatto originario, applicando una serie di filtri e di effetti diversi. Non manca la connettività Wi-Fi e, come detto, quella Bluetooth, che permette di vedere sul cellulare le foto senza estrarre la fotocamera dalla borsa. Le dimensioni (macchina spenta) sono di 110,1 x 63,8 x 39,9 mm, mentre il peso, comprensivo di batteria e scheda memoria, è contenuto in circa 300 grammi.Come già detto parlando di altre superzoom, queste macchine sono comodissime ma hanno una pesante limitazione “fisiologica” di impiego: vanno adoperate in buone condizioni di illuminazione, ad esempio all’aperto durante le escursioni in montagna oppure facendo i turisti di giorno per le città. Quando cala la sera, invece, la ridotta luminosità dell’obiettivo, specialmente in tele, unita al fatto che il sensore sia di minuscole dimensioni, se ne sconsiglia l’uso, pena una evidente grana. In interni, tuttavia, l’utile flash incorporato (è raccomandabile adoperare la focale minima, ove l’obiettivo è più luminoso) permette discrete fotografie di soggetti ravvicinati.Ottima la qualità video, saggiamente limitato alla risoluzione massima del fullHD 1080p.Rispetto alla SX720, ancora, si nota una, anche se minima, maggiore sensibilità, fatto dovuto sicuramente al processore aggiornato: rispetto al precedente modello, ritengo che il vantaggio si attesti a circa 2/3 di stop.Altra nota positiva: il prezzo: un plauso a Canon che propone questa nuova SX730 ad un costo leggermente superiore al predecessore.In conclusione, forse la migliore superzoom attualmente sul mercato; in attesa delle nuove Sony, Panasonic, Nikon ecc., posso affermare senza timore di smentita che le foto ed i video di questa SX730 sono, generalmente, migliori di quelle della Panasonic TZ80, Sony HV90, Nikon A900.Da ultimo, acquistate una seconda batteria, anche se non originale, andrà benissimo e costerà assai poco. Saluti

  2. È una compatta non una reflex. Questo bisogna tenerlo sempre in mente. Quindi se vi aspettate foto da reflex questa non è la macchina per voi. Se invece state cercando una macchina da portare in viaggio per immortalare i vostri momenti, con una qualità migliore degli attuali cellulari, anche di quelli di fascia alta, allora è perfetta. Ed era quello che cercavo. La decisone l’ho presa questa estate, quando la mia compagna di viaggio (reflex) mi ha distrutto il collo. Così ho iniziato la mia ricerca e valutato tutta una serie di fotocamere compatte (dalle Lumix alle Sony fino alle Nikon). Ho optato per questa per la qualità delle foto processate dai dalla Canon, che attualmente è, a mio modo di vedere è superiore alla concorrenza. Certo non ha il 4K o il post focus (presente nelle Lumix), ma le ho reputate funzioni accessorie e non indispensabili. Avevo intenzione di acquistarla al prossimo black friday, poi però Amazon l’ha messa a 249 euro e l’ho presa subito. Ha confermato tutte le mie aspettative e i limiti che mi attendevo. Trai limite ci metto la mancanza di un mirino: per chi come me che negli ultimi 25 ha scattato solo con reflex (da amatore), trovarsi a dover guardare in uno schermo, non è semplice. Tante però anche i plus : super zoom 40x (vi consente di fare ottime foto alla luna, meglio se con qualche settaggio manuale, ne allego una), il Wi-Fi (con trasferimento delle foto sul cell e possibilità di condivisione) , le varie funzioni selfie (scatto con sorriso, con occhiolino, ecc…). Di 5 stelle perché non ha deluso le aspettative e per il prezzo.

  3. Ho acquistato questa macchinetta in vista di un Safari che ho fatto nelle scorse settimane.Devo premettere che non capisco molto di fotografia e le mie necessità erano:- Economicità.- Compattezza.- Resa delle foto.Ero indeciso se orientarmi su una compatta o su una reflex entry level, ma l’idea di comprare una macchinetta ingombrante che avrei poi parcheggiato in un armadio di casa inutilizzata mi ha convinto ad optare per una compatta che spero utilizzerò più frequentemente.Le cose che mi sono piaciute maggiormente sono:- Compattezza. La macchina è veramente compatta, si può portare in tasca abbastanza comodamente e, se non si usa una custodia, puoi usarla quasi come utilizzeresti uno smartphone per scattare foto.- Qualità dello scatto, risoluzione e zoom. La qualità è veramente sorprendente. Non immaginavo che si potessero fare foto del genere con una compatta. Lo zoom a 40X permette di fare foto anche a grandi distanza cogliendo ottimi dettagli e senza troppi disturbi della nitidezza. Personalmente, per le foto più zoomate, mi sono aiutato con un piccolo treppiedi che, fissato sotto la macchinetta, utilizzavo per appoggiarmi dove capitava. Con un appoggio stabile le foto vengono benissimo e si può azzardare anche lo zoom digitale per i soggetti più lontani (perdendo però in qualità, il disturbo sull’immagine comincia ad essere evidente).- Facilità d’uso. Fa tutto da sola. Per chi come me non è espertissimo di un utilizzo manuale, la modalità automatica garantisce un’ottima qualità.- Video. I video sono di ottima qualità, stabili e definiti. L’autofocus sbaglia di rado ed anche lo zoom permette di fare bei filmati di soggetti lontani. Potrebbe essere leggermente più stabile ma anche qui dipende dallo zoom e dall’appoggio (mi sono aiutato anche qui con un piccolo cavalletto).- APP. L’app per lo smartphone consente di collegare la macchinetta al telefono in WI-FI (tramite un hotspot che crea la macchinetta) e gestire le foto direttamente da li. Utilissima per sfogliare, scaricare e condividere gli scatti, piuttosto che utilizzare le funzionalità della macchina.- Batteria. L’autonomia è di almeno 300 scatti (senza flash) e qualche video (una 15a di minuti). Mi ha sempre portato a fine giornata.In generale è stato un ottimo acquisto. Forse all’inizio si sente un po’ la mancanza di un mirino ottico, soprattutto se si indossano degli occhiali da sole che non consentono di vedere schermi LCD. Ma è solo una questione di abitudine.Ultima nota, per chi fosse interessato ad acquistarla, consiglio di comprare una scheda SD intera e non una micro SD con adattatore. Io ho preso quest’ultima e due o tre volte, per via delle vibrazioni ho avuto un errore di memoria dovuto ad un leggero sfilamento della micro SD dall’adattatore. Questo perché l’adattatore è ben saldo nell’alloggiamento, la micro SD lo è meno nell’adattatore.Allego qualche foto scattata. Per rendere l’idea dello zoom, l’elefante maschio (quello inquadrato per intero) era a circa 1 Km da dove ero io. La lucertola nella foto, invece, era ad una decina di metri.

  4. Squadra che vince non si tocca, devono avere pensato in Canon… Difatti, questa nuova SX730, fotograficaente parlando, è praticamente la SX720, ma con una marcia in più.Sono diversi i punti di forza di questo modello che rientra nella categoria delle superzoom tuttofare. Il Costruttore la indica come compagna ideale per i viaggi, motivando l’affermazione con le potenzalità offerte. Si parte ad esempio dall’obiettivo che va dal grandangolo (24mm equivamenti sul formato 35mm) fino a ben 960mm equivalenti (40x), il tutto con uno stabilizzazione IS sui 5 assi che previene, con buon margine, foto e video mossi. Il sensore è un CMOS da 20,3 Megapixel di tipo retrolluminato e dimensioni 1/2.3, che abbinato al processore di immagine DIGIC 6 con tecnologia iSAPS promette buone prestazioni in diverse situazioni. Un esempio viene dalla velocità di messa a fuoco, 0,12 secondi dichiarati, nonché allo scatto continuo di 5,9 fps.Forse il maggior vantaggio rispetto alla progenitrice è costituito dallo schermo posteriore, che, finalmente, è basculante, novità assai gradita, che permette riprese difficili molto più comodamente; l’altra novità è rappresentata dal collegamento bluetooth.La versatilità comprende anche le modalità di utilizzo: oltre a un numero veramente elevato si scene preimpostate, troviamo i semiautomatismi per priorità di tempi e diaframma, oltre alla modalità completamente manuale. La modalità Creative Shot realizza automaticamente cinque versioni aggiuntive dello scatto originario, applicando una serie di filtri e di effetti diversi. Non manca la connettività Wi-Fi e, come detto, quella Bluetooth, che permette di vedere sul cellulare le foto senza estrarre la fotocamera dalla borsa. Le dimensioni (macchina spenta) sono di 110,1 x 63,8 x 39,9 mm, mentre il peso, comprensivo di batteria e scheda memoria, è contenuto in circa 300 grammi.Come già detto parlando di altre superzoom, queste macchine sono comodissime ma hanno una pesante limitazione “fisiologica” di impiego: vanno adoperate in buone condizioni di illuminazione, ad esempio all’aperto durante le escursioni in montagna oppure facendo i turisti di giorno per le città. Quando cala la sera, invece, la ridotta luminosità dell’obiettivo, specialmente in tele, unita al fatto che il sensore sia di minuscole dimensioni, se ne sconsiglia l’uso, pena una evidente grana. In interni, tuttavia, l’utile flash incorporato (è raccomandabile adoperare la focale minima, ove l’obiettivo è più luminoso) permette discrete fotografie di soggetti ravvicinati.Ottima la qualità video, saggiamente limitato alla risoluzione massima del fullHD 1080p.Rispetto alla SX720, ancora, si nota una, anche se minima, maggiore sensibilità, fatto dovuto sicuramente al processore aggiornato: rispetto al precedente modello, ritengo che il vantaggio si attesti a circa 2/3 di stop.Altra nota positiva: il prezzo: un plauso a Canon che propone questa nuova SX730 ad un costo leggermente superiore al predecessore.In conclusione, forse la migliore superzoom attualmente sul mercato; in attesa delle nuove Sony, Panasonic, Nikon ecc., posso affermare senza timore di smentita che le foto ed i video di questa SX730 sono, generalmente, migliori di quelle della Panasonic TZ80, Sony HV90, Nikon A900.Da ultimo, acquistate una seconda batteria, anche se non originale, andrà benissimo e costerà assai poco. Saluti

  5. È una compatta non una reflex. Questo bisogna tenerlo sempre in mente. Quindi se vi aspettate foto da reflex questa non è la macchina per voi. Se invece state cercando una macchina da portare in viaggio per immortalare i vostri momenti, con una qualità migliore degli attuali cellulari, anche di quelli di fascia alta, allora è perfetta. Ed era quello che cercavo. La decisone l’ho presa questa estate, quando la mia compagna di viaggio (reflex) mi ha distrutto il collo. Così ho iniziato la mia ricerca e valutato tutta una serie di fotocamere compatte (dalle Lumix alle Sony fino alle Nikon). Ho optato per questa per la qualità delle foto processate dai dalla Canon, che attualmente è, a mio modo di vedere è superiore alla concorrenza. Certo non ha il 4K o il post focus (presente nelle Lumix), ma le ho reputate funzioni accessorie e non indispensabili. Avevo intenzione di acquistarla al prossimo black friday, poi però Amazon l’ha messa a 249 euro e l’ho presa subito. Ha confermato tutte le mie aspettative e i limiti che mi attendevo. Trai limite ci metto la mancanza di un mirino: per chi come me che negli ultimi 25 ha scattato solo con reflex (da amatore), trovarsi a dover guardare in uno schermo, non è semplice. Tante però anche i plus : super zoom 40x (vi consente di fare ottime foto alla luna, meglio se con qualche settaggio manuale, ne allego una), il Wi-Fi (con trasferimento delle foto sul cell e possibilità di condivisione) , le varie funzioni selfie (scatto con sorriso, con occhiolino, ecc…). Di 5 stelle perché non ha deluso le aspettative e per il prezzo.

  6. Ho acquistato questa macchinetta in vista di un Safari che ho fatto nelle scorse settimane.Devo premettere che non capisco molto di fotografia e le mie necessità erano:- Economicità.- Compattezza.- Resa delle foto.Ero indeciso se orientarmi su una compatta o su una reflex entry level, ma l’idea di comprare una macchinetta ingombrante che avrei poi parcheggiato in un armadio di casa inutilizzata mi ha convinto ad optare per una compatta che spero utilizzerò più frequentemente.Le cose che mi sono piaciute maggiormente sono:- Compattezza. La macchina è veramente compatta, si può portare in tasca abbastanza comodamente e, se non si usa una custodia, puoi usarla quasi come utilizzeresti uno smartphone per scattare foto.- Qualità dello scatto, risoluzione e zoom. La qualità è veramente sorprendente. Non immaginavo che si potessero fare foto del genere con una compatta. Lo zoom a 40X permette di fare foto anche a grandi distanza cogliendo ottimi dettagli e senza troppi disturbi della nitidezza. Personalmente, per le foto più zoomate, mi sono aiutato con un piccolo treppiedi che, fissato sotto la macchinetta, utilizzavo per appoggiarmi dove capitava. Con un appoggio stabile le foto vengono benissimo e si può azzardare anche lo zoom digitale per i soggetti più lontani (perdendo però in qualità, il disturbo sull’immagine comincia ad essere evidente).- Facilità d’uso. Fa tutto da sola. Per chi come me non è espertissimo di un utilizzo manuale, la modalità automatica garantisce un’ottima qualità.- Video. I video sono di ottima qualità, stabili e definiti. L’autofocus sbaglia di rado ed anche lo zoom permette di fare bei filmati di soggetti lontani. Potrebbe essere leggermente più stabile ma anche qui dipende dallo zoom e dall’appoggio (mi sono aiutato anche qui con un piccolo cavalletto).- APP. L’app per lo smartphone consente di collegare la macchinetta al telefono in WI-FI (tramite un hotspot che crea la macchinetta) e gestire le foto direttamente da li. Utilissima per sfogliare, scaricare e condividere gli scatti, piuttosto che utilizzare le funzionalità della macchina.- Batteria. L’autonomia è di almeno 300 scatti (senza flash) e qualche video (una 15a di minuti). Mi ha sempre portato a fine giornata.In generale è stato un ottimo acquisto. Forse all’inizio si sente un po’ la mancanza di un mirino ottico, soprattutto se si indossano degli occhiali da sole che non consentono di vedere schermi LCD. Ma è solo una questione di abitudine.Ultima nota, per chi fosse interessato ad acquistarla, consiglio di comprare una scheda SD intera e non una micro SD con adattatore. Io ho preso quest’ultima e due o tre volte, per via delle vibrazioni ho avuto un errore di memoria dovuto ad un leggero sfilamento della micro SD dall’adattatore. Questo perché l’adattatore è ben saldo nell’alloggiamento, la micro SD lo è meno nell’adattatore.Allego qualche foto scattata. Per rendere l’idea dello zoom, l’elefante maschio (quello inquadrato per intero) era a circa 1 Km da dove ero io. La lucertola nella foto, invece, era ad una decina di metri.

Leave a reply

Login/Register access is temporary disabled